Il 3D in Medicina

0
444

Negli ultimi anni il connubio tra i progressi nell’ingegneria e nelle tecnologie informatiche applicate in campo medico ha permesso di sviluppare modelli di simulazione sempre più dettagliati e realistici che stanno contribuendo a migliorare in modo significativo la pratica medica e la formazione di personale sanitario altamente qualificato.

In particolare, le innovazioni tecnologiche nella frontiera della visualizzazione in 3 Dimensioni hanno fornito in medicina e chirurgia nuovi strumenti per la diagnosi, la pianificazione chirurgica pre-operatoria, la fase intra-operativa ed il training chirurgico.

Un esempio concreto dell’impiego delle nuove tecniche legate alla visualizzazione living (quindi non virtuale né di simulazione grafica) in 3D è stato il trapianto di rene eseguito con una tecnica laparoscopica tridimensionale per la prima volta in Italia al Policlinico di Bari nel Marzo del 2013 a cura dell’equipe dei professor Michele Battaglia, direttore dell’Unità di Urologia e Trapianto di Rene; l’intervento chirurgico è consistito nel trapianto di un rene da donatore vivente, al quale è stato effettuato un piccolo taglio di circa 5 cm di lunghezza necessario per prelevare l’organo e tre mini incisioni per inserire gli strumenti operatori e di ripresa televisiva che permettevano di riprodurre dettagliatamente, mediante un apposito software, le strutture anatomiche caratteristiche della regione anatomica interessata dall’operazione, consentendo una drastica riduzione delle ferite chirurgiche e una conseguente ripresa post-operatoria nettamente più breve se confrontata ai normali tempi di degenza ospedaliera. Altre possibili applicazioni del 3D nell’ambito medico riguardano più nel dettaglio la didattica: l’Associazione Studentesca “Studenti Per” ha presentato l’iniziativa “La Medicina in 3D: più vicini alla Chirurgia!”, un ciclo di tre appuntamenti dedicato alla registrazione e visualizzazione di filmati tridimensionali tridimensionali in medicina, con l’intento di avvicinare gli studenti alla sala operatoria e alla formazione in ambito di patologie cardiocircolatorie; l’iniziativa, che ha incontrato un riscontro enorme da parte di tutta la comunità studentesca del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e del Bari English Medical Curriculum, consisteva in un ciclo contenente tre date, in collaborazione con il Consorzio Digamma, il Prof. Domenico Paparella e il Prof. Donato D’Agostino, dell’UOC di Cardiochirurgia del Policlinico di Bari. Gli studenti grazie a questo progetto hanno avuto la possibilità di assistere ad interventi riguardanti patologie della Valvola Mitrale e interventi di rivascolarizzazione del miocardio. Ciascun intervento è stato preceduto dall’analisi della patologia in oggetto, a partire dall’arrivo del paziente in corsia sino alla preparazione preoperatoria, con discussione dell’anamnesi e del decorso postoperatorio atteso al termine della procedura chirurgica. Gli interventi sono stati proiettati in diretta e in 3D (in modalità living, cioè con immagini reali) e gli studenti sono stati supportati dai commenti approfonditi e in tempo reale dei Docenti presenti in sala operatoria e presso l’aula dove l’intervento era proiettato.

Senza ombra di dubbio, la diffusione di questa nuova tecnologia ha permesso un aggiornamento sostanziale delle procedure chirurgiche, in modo particolare se parliamo delle modalità di visualizzazione digitale che sono ora a disposizione del team chirurgico. Le informazioni visive indirette basate sull’impiego di sistemi ottici, monitor e attrezzi chirurgici appositi si stanno affiancando, e lentamente sostituendo, alla visione diretta del tavolo operatorio, con l’obiettivo di raggiungere un miglioramento delle tecniche chirurgiche e dunque una riduzione consistente del tempo di guarigione dei pazienti.

Anna Santamaria
Nico Quaranta

In generale non c’è un vero motivo per visitare farmacia ogni volta che si sta per comprare farmaci. farmacia online è un metodo sicuro per ottenere medicina. Come tutti gli altri farmaci, Kamagra è di solito classificati in base del suo principio attivo. Un sacco di uomini sul “kamagra oral jelly 100mg“. Hai mai sentito parlare “Kamagra Oral Jelly in Regno Unito“? Un sacco di farmacie lo descrivono come “kamagra 100mg“. In occasione malattia renale può ragione all’impotenza. Le cause della disfunzione erettile includono lesioni al pene. Malattia cronica, alcuni medicina, e tessuto cicatriziale nel pene possono anche ragione la disfunzione erettile. Discutere la questione con il proprio medico per assicurarsi che è possibile utilizzare questo globale. Più informazioni in grado di fornire il meglio in grado vostro professionista sanitario sarà quello di aiutare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here