Consiglio degli Studenti – 16 Giugno 2015

0
352
Stamattina si è tenuto il Consiglio degli Studenti in Ateneo.
Come al solito presenti sia Studenti Per che Obiettivo Professioni Sanitarie!
Tra le comunicazioni date dal Presidente del CdS è stata sottolineata la modifica delle modalità di assegnazione della E-ShowCard.
In seguito all’indirizzo preso dall’A.Di.S.U., che ha decretato che le 3000 tessere di cui dispone verranno assegnate in ordine di prenotazione senza un favoreggiamento nei confronti dei borsisti e degli idonei non borsisti, il Consiglio degli Studenti ha ritenuto opportuna la modifica della proposta precedentemente approvata e si è espresso totalmente favorevole alla distribuzione delle tessere in ordine crescente di ISEE. Quindi, successivamente ad una registrazione telematica del dato, si dovrà consegnare il materiale cartaceo  per ulteriore verifica ed entro metà Luglio dovrebbe iniziare la distribuzione delle tessere.
A breve maggiori dettagli!
Primo punto all’ordine del giorno: la Relazione annuale sull’attività del Garante degli Studenti per l’anno 2014.
Dopo averla letta abbiamo ritenuto fondamentale richiedere un incontro nel prossimo Consiglio con l’attuale Garante degli Studenti per esplicitare quelle che sono le competenze del suddetto, per chiarire in quali casi è possibile richiedere il suo intervento e non solamente, come emerge dalla relazione, in quali casi non sia possibile.
La nostra intenzione è quella di verificare quali siano i campi d’interesse di questa figura per poter indirizzare al meglio le nostre segnalazioni e sulla base di problemi reali comprendere le modalità secondo le quali possano essere garantiti i nostri diritti.
Secondo punto all’ordine del giorno: il progetto TECO.
La nostra Senatrice ha sottolineato come le perplessità evidenziate da tutti i rappresentanti degli studenti circa l’eventuale utilizzo improprio delle valutazioni degli atenei come incidenti sui fondi di finanziamento ordinario, siano assolutamente condivisibili e trovino il nostro appoggio; al contrario però ha chiarito come i mezzi di protesta utilizzati da talune associazioni volti al boicottaggio del test non possano essere da noi condivise, prima di tutto per le garanzie ricevute sul fatto che in nessun caso i risultati possano essere utilizzati come parametro per l’assegnazione di FFO, ma soprattutto perché nella prima fase di sperimentazione (e lo sarà anche quest’anno) il tasso di partecipazione degli studenti è stato il primo criterio di giudizio valutato. Ciò significa che la mancata partecipazione degli studenti al test graverà sui risultati seppur ottimi degli studenti che vi hanno partecipato. Tutto ciò chiaramente si ritorce unicamente contro noi studenti.
Nel teco infatti noi vediamo una potenzialità: uno strumento in grado di rilevare, ancor più dei questionari di valutazione, le carenze e i punti deboli della Nostra UniBa e proprio questi punti deboli dovranno essere gli ambiti su cui investire maggiormente.
Altro punto discusso oggi in Consiglio è stata la realizzazione dell’App UniBa.
Su questo punto abbiamo dato il nostro pieno appoggio. Sarebbe una grande conquista per tutti noi studenti e per la nostra Università, un modo per avviarci in quello che è l’obiettivo di modernizzazione della nostra UniBa. Ovviamente abbiamo posto dei paletti!
In primo luogo abbiamo sottolineato l’importanza di essere messi al corrente dei costi di questo nuovo servizio e dei fondi dal quale si attingerebbe per realizzarlo, che ovviamente potrebbero trovarci contrari nel caso siano ad esempio quelli della 390. Abbiamo sottolineato che nella realizzazione del progetto sarebbe possibile, per ridurre le spese di produzione, sensibilizzare e convincere le aziende competenti a bandire dei premi di Laurea per gli tutti gli studenti esperti in questo ambito. Sia il Senato Accademico che l’appena nata commissione Servizi agli Studenti, Convenzioni e Rapporti con gli Enti Esterni potrebbero interessarsi alla risoluzione di questo problema.
Inoltre abbiamo precisato l’importanza di nominare degli addetti al servizio che si occupino del continuo aggiornamento e del suo corretto funzionamento.
Risolti questi punti, che a nostro parere sono i più urgenti per la realizzazione dell’App, esporremo le nostre proposte di miglioramento del progetto per renderlo quanto più efficiente ed essenziale.
Infine vi comunichiamo che sono state nominate le Commissioni che per il prossimo biennio (sino a insediamento nuovo Organo) si occuperanno di lavorare PER gli Studenti!
Studenti Per è ben rappresentata in ognuna delle sei commissioni.
E’ stato inoltre nominato il nostro Federico Ceci [Studenti Per Giurisprudenza] come VicePresidente del CdS!
COMMISSIONE STATUTO E REGOLAMENTI:
– Annarita Santoro e Michele Labianca
COMMISSIONE BILANCIO:
– Carlo De Matteis e Nicola Lacatena [Studenti Per Biotech]
COMMISSIONE SEDI DECENTRATE:
– Giuseppe Parisi (Presidente), Tiziana Buono e Luigi Sette
COMMISSIONE DIDATTICA E DIRITTO ALLO STUDIO:
– Marialuisa Marozzi e Nicola Parisi [OPS – Obiettivo Professioni Sanitarie]
COMMISSIONE SERVIZI AGLI STUDENTI, CONVENZIONI E RAPPORTI CON ENTI ESTERNI:
– Francesco Avellis (Presidente), Anna Santamaria e Antonio Servadio [Studenti Per Giurisprudenza]
COMMISSIONE INTERNAZIONALIZZAZIONE:
– Vito Caradonna [Studenti Per Giurisprudenza] (Presidente) e Annamaria Evangelista [OPS – Obiettivo Professioni Sanitarie]
Il più grande augurio di buon lavoro a tutti i nostri Consiglieri nominati!

#PerSempre

In generale non c’è un vero motivo per visitare farmacia ogni volta che si sta per comprare farmaci. farmacia online è un metodo sicuro per ottenere farmaci. Come tutti gli altri farmaci, Kamagra è di solito classificati in base del suo principio attivo. Un sacco di uomini sul “kamagra oral jelly 100mg“. Hai mai sentito parlare “Kamagra Oral Jelly in Regno Unito“? Un sacco di farmacie lo descrivono come “kamagra 100mg“. In occasione malattia renale può causare all’impotenza. Le cause della disfunzione erettile includono lesioni al pene. Malattia cronica, alcuni farmaci, e tessuto cicatriziale nel pene possono anche causare la disfunzione erettile. Discutere la questione con il proprio medico per assicurarsi che è possibile utilizzare questo globale. Più informazioni in grado di fornire il meglio in grado vostro professionista sanitario sarà quello di aiutare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here